FacebookYouTubeInstagramNewsletter
Download the Museum Map in EnglishAmici dei Musei PavesiPaviaMusei
IL CASTELLO >
I DEPOSITI

Il deposito è l'ambiente che conserva gli oggetti che non rientrano nel percorso espositivo.

Le ragioni per le quali una parte del patrimonio dei Musei viene destinato ai depositi sono molteplici: l'oggetto può essere in condizioni di conservazione non ottimali, oppure essere di qualità e importanza secondaria rispetto alle opere già esposte, o ancora non rientrare (per tipologia o cronologia) nel taglio che si è scelto di dare ai percorsi permanenti, che sono condizionati da inevitabili limiti di spazio.

I depositi dei Musei Civici, ordinati e costantemente monitorati, sono una riserva cui attingere per creare nuovi percorsi espositivi, allestire mostre temporanee, condurre ricerche.

Una specifica sezione dei Depositi è dedicata a disegni e stampe (oltre 16.000 fogli), in gran parte provenienti dalla collezione del marchese Luigi Malaspina di Sannazzaro, fondatore dei musei pavesi. Caratteristica peculiare di tale raccolta è l’intento "enciclopedico" con la quale è stata costituita, al fine di illustrare la nascita e lo sviluppo dell’incisione europea dalle origini al Settecento. La collezione assume quindi un’importanza capitale non solo per la qualità e rarità delle opere conservate (esemplari di Dürer, Rembrandt, Mantegna, Pollaiolo, Tiepolo, solo per citare alcuni nomi tra i più noti), ma anche per l’attestazione di un preciso progetto collezionistico.

La prestigiosa raccolta, che per ragioni conservative legate alla fragilità della carta non può essere esposta in modo permanente, è spesso oggetto di esposizioni temporanee organizzate sia internamente, sia da altre istituzioni museali italiane ed estere.

I depositi sono visitabili su appuntamento contattando il conservatore responsabile.

Raccolte artistiche: Francesca Porreca
0382.399787
fporreca@comune.pv.it
I MUSEI >
NEWS >
SERVIZI >
INFO - ORARI - BIGLIETTI >
CONTATTI - LINK - CREDITS >